Home » Riflessioni » Il punto personale sui (dis)social network

Il punto personale sui (dis)social network

I social network sono un po’ come i calzini sporchi: li abbiamo tutti, non ne parliamo mai, ma li curiamo tra le nostre 4 mura. Questo è il mio personalissimo punto di vista e la mia esperienza, per quella che vale!

Facebook

Ovvero: la lavagna infame

Clipboard01

Sono iscritto giusto giusto da sei anni. E vi rimango obtorto collo… nel senso che resta un buonissimo mezzo di comunicazione col gruppo di amici “del Sabato sera”. Non fosse per quello, però, me ne sarei già uscito da un pezzo.

Il problema di Facebook è che c’è troppo spazio per scrivere e pubblicare, e troppa gente.

Si tratta di una miscela infernale, atta a scatenare il populismo più bieco, la discussione più inutile, il botta e risposta più virulento.

Non sempre è così, chiaramente; ma diciamo che, almeno per me, il rapporto tra fatica e gusto in Facebook è pericolosamente vicino all’unità.

https://www.facebook.com/nicola.focci

Twitter

Ovvero: la miniera di informazioni

Clipboard02

Il mio primo ‘cinguettio’!

Su Twitter arrivai circa un anno dopo di Facebook. E’ il mio social network preferito, per i seguenti motivi:

  • Si usano solo 140 caratteri (minore probabilità di scrivere corbellerie);
  • E’ una miniera di link utilissimi;
  • Puoi seguire qualcuno senza essere necessariamente seguito;
  • E’ snello e meno cervellotico di Facebook.

L’unica difficoltà che trovo in Twitter, è quella di avere – tra le circa 900 persone che seguo e la metà circa che mi seguono – anche un notevole numero di contatti anglofoni. E’ garantito che loro non capiranno nulla di ciò che twitto in italiano, e molti contatti nostrani non sanno l’inglese. Forse dovrei aprire un altro profilo…

Resta il fatto che su Twitter trovo una montagna di link utili da leggere, che naturalmente amo condividerli a prescindere dalla lingua.

Davvero spassosissimo, poi, seguire le trasmissioni TV più note ricercandone l’hashtag… 😀

https://twitter.com/nicolafocci

Google+

Ovvero: ad majora

E’ un amore complicato, quello tra me e Google+.

“Amore” perché questo social mi piace, lo trovo molto ben fatto e pienamente fungibile anche per foto e video, con alcune idee ottime quali quella delle “Cerchie“.  Ogni volta che lo apro, resto sempre ottimamente impressionato.

“Complicato” perché non riesco a costringermi ad usarlo. Forse perché il mio tempo è già sufficientemente suddiviso tra Facebook e Twitter… e quindi non ci metto il necessario impegno. Non lo apro con la frequenza che vorrei. Lo seguo in modo eccessivamente distratto.

Ma so bene che l’unica maniera per innamorarsene definitivamente, sia “usarlo” e basta…

Giudizio rinviato!, sperando in tempi migliori.

https://plus.google.com/+NicolaFocci

Pinterest

Ovvero: mettersi d’impegno

Buonissima idea, quella di Pinterest… che mi piacerebbe sfruttare maggiormente, ma torno a quello che scrivevo per Google+: il tempo è quello che è, disgraziatamente già assorbito dai primi due social che ho citato.

In Pinterest però vedo gli stessi pregi di Twitter, anche se su base “visuale”. Con un pregio ulteriore: quello di fungere da taccuino per gli appunti (sempre visuali) siano essi tratti da altri utenti o dal proprio computer.

Se quindi dovessi decidere di dedicarmi seriamente a un social, sarebbe sicuramente questo. Lo vedrei come un ottimo completamento dei miei due blog (questo, e quello di fotografia).

Me lo appunto nella personale lista delle “cose da fare”, decisamente.

LinkedIN

Ovvero: lavorativamente parlando

Siamo, naturalmente, in un ambito di nicchia.

Confesso di non frequentarlo molto… nel senso che lo apro giusto un paio di volte la settimana, per vedere se ci sono novità.

http://it.linkedin.com/pub/nicola-focci/38/932/186/

If This Then That

https://ifttt.com/

Sì, lo so, non si tratta di un social network. Ma mi sento decisamente di consigliarlo, per chi non lo conoscesse.

Funziona efficacemente da trait d’union tra tutte le nostre istanze virtuali, ed anche servizi di archiviazione come Evernote, Dropbox, o Google Drive. Molto ma molto comodo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s