Home » Work in progress » Cosa sto scrivendo in questo momento

Cosa sto scrivendo in questo momento

Berlino, Sammlung Boros Bunker, autoritratto (2013)

Dopo una biografia a sfondo scientifico (Il tempo e la paglia) e un manuale di fotografia (Manuale del bianco e nero analogico), sono ora impegnato in un altro progetto.

Un romanzo, per la precisione.

Una fiction a tinte gialle… le cui primissime righe (ovvero proprio l’incipit) sono state scritte di getto la mattina del giorno di Natale.

Il personaggio principale mi somiglia molto, anzi nelle intenzioni questa fiction è anche alquanto autobiografica.

Fa da sfondo la fotografia, una delle mie grandi passioni.

E’ c’è un tema principale, naturalmente, che considero essere una delle mie grandi ossessioni… anche se riletta in chiave di eventi immaginari.

Lo sto scrivendo su Google Drive, un file di testo per capitolo. Trovo che sia un sistema comodo perché posso accedervi da qualunque dispositivo, anche lo smartphone mentre sono in fila alle poste. Non si sa mai quando può arrivare l’ispirazione!

Mi sono preventivamente costruito un canovaccio-trama, organizzato per punti, anch’esso archiviato su Drive. Ma non è eccessivamente dettagliato, e questo per scelta: preferisco non vincolare me stesso. Intendo dire che so dove partire e anche dove arrivare, ma la strada effettiva preferisco che “si faccia da sé” mentre la scrivo.

Attingerò sicuramente anche dai miei diari, perché non posso parlare di me stesso senza evitare di farlo: qualche situazione e qualche personaggio, quindi, emergerà da quelle pagine.

Qui è una bozza (anzi direi bozzissima!) di un capitolo: Il cimitero dei bimbi.

Tempistiche? Non mi corre dietro nessuno, quindi mi sono preso serenamente tutto l’anno. E se non bastasse, pazienza. Infondo, è il lato bello del farlo per passione e non per mestiere! 🙂

Titolo? Sì, il titolo già c’è… O perlomeno ne ho in mente uno. Ma è troppo presto per condividerlo!

Ora non resta che scriverlo. E non è forse il momento più bello?

Non pensare. Il pensiero è nemico della creatività. Non puoi “cercare” di fare le cose; le devi semplicemente fare.

(Ray Bradbury)

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s